L’autocertificazione è una dichiarazione firmata dall’interessato, senza autentica della firma e senza bollo, da presentare alla Pubblica amministrazione o ai gestori dei pubblici servizi in sostituzione dei certificati ed ha la stessa validità del certificato e dell’atto che sostituisce.


Nei rapporti con gli organi della Pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dall’autocertificazione. Il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 recante “misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale” è stato convertito con modificazioni nella “Legge 11 settembre 2020, n. 120”, introducendo una modifica al DPR 445/2000, con l’art. 30bis della citata legge di conversione.


L’art.30 bis recita: “(Misure di semplificazione in materia di autocertificazione). Al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, sono apportate le seguenti modificazioni:


1. all’articolo 2, comma 1, le parole: “che vi consentono” sono soppresse;
2. all’articolo 71, comma 4, le parole: “che vi consentono” e le parole: “previa definizione di appositi accordi,” sono soppresse".


Alla luce delle modifiche apportate, gli articoli della L 445/2000 sono pertanto da rileggersi nel modo seguente:


- Art. 2: Le norme del presente testo unico disciplinano la formazione, il rilascio, la tenuta e la conservazione, la gestione, la trasmissione di atti e documenti da parte di organi della pubblica amministrazione; disciplinano altresì la produzione di atti e documenti agli organi della pubblica amministrazione nonché’ ai gestori di pubblici servizi nei rapporti tra loro e in quelli con l’utenza, e ai privati.


Art. 71 comma 4: Qualora il controllo riguardi dichiarazioni sostitutive presentate ai privati di cui all’articolo 2, l’amministrazione competente per il rilascio della relativa certificazione, è tenuta a fornire, su richiesta del soggetto privato corredata dal consenso del dichiarante, conferma scritta, anche attraverso l’uso di strumenti informatici o telematici, della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei dati da essa custoditi.


Pertanto da oggi i privati SONO TENUTI ad accettare l’autocertificazione o la dichiarazione sostitutiva. Infatti, mentre prima dell’entrata in vigore del decreto, le autocertificazioni erano possibili solo verso i privati che vi acconsentivano, com’era previsto dall’art. 2 DPR n. 445/2000, adesso allo stesso art. 2 è stata soppressa la condizione del consenso dei privati destinatari dei documenti, aprendo così a un obbligo generalizzato di accettare le autocertificazioni.


Inoltre, per i privati che intendano effettuare controlli sulle autocertificazioni ricevute, all’art. 71, comma 4 DPR n. 445/2000, è stato abolito l’obbligo di definire appositi accordi con le amministrazioni interessate. Viene meno quindi la necessità per il cittadino di richiedere certificati anagrafici, fermo restando che gli stessi possono comunque essere richiesti e prodotti (solo ai privati) ma prevedono il pagamento di marca da bollo da 16 euro Oltre ad agevolare i cittadini, questa novità fornisce ai privati più garanzie, perché li mette nella condizione di effettuare gli accertamenti che ritengono necessari.


A tal fine, i moduli per l’autocertificazione sono stati aggiornati con la dicitura in calce: “Autorizzo il soggetto privato che riceve questa autocertificazione a verificare i dati in essa contenuti rivolgendosi alle Amministrazioni competenti”. Pur rimanendo ai privati la facoltà di richiedere i certificati, l’autorizzazione da parte dei cittadini a svolgere eventuali verifiche dei dati presso i soggetti competenti dovrebbe incentivare l’uso e la diffusione dell’autocertificazione, nell’interesse di tutti a velocizzare i tempi di effettuazione delle pratiche, come nel caso delle banche e delle assicurazioni.


Le certificazioni rilasciate da una Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati (come ad esempio: banche, assicurazioni, studi professionali, ecc.). Allo stesso tempo le amministrazioni pubbliche e i gestori di servizi pubblici non possono più richiedere ai cittadini i certificati: al loro posto le amministrazioni devono accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente facendosi indicare dall'interessato gli elementi necessari. L'autorità giudiziaria non è tenuta ad accettare l'autocertificazione.


Cosa si può autocertificare?

• dati anagrafici e di stato civile (luogo e data di nascita, residenza, cittadinanza, ecc);
• titoli di studio, qualifiche professionali;
• situazione reddituale, economica e fiscale;
• posizione giuridica (legale rappresentante, tutore, curatore, ecc.)
• altri dati, come ad esempio lo stato di disoccupazione, la qualità di pensionato, ecc.


Come si fa l’autocertificazione?
Per sostituire i certificati basta una dichiarazione in carta semplice, firmata dall’interessato, senza autentica della firma e senza bollo, ma sempre corredata della copia del proprio documento di identitià. L’autocertificazione (dichiarazione sostitutiva di certificazione) può anche essere inviata per posta o fax, o consegnata da un’altra persona. L’autocertificazione è definitiva e ha la stessa validità del certificato o dell’atto che sostituisce. Per agevolare i cittadini, il Comune ha messo a disposizione alcuni modelli delle dichiarazioni.


Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio anagrafe ai seguenti recapiti:
tel. 0571 933277 - 0571 933278 - 0571 933242
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Notizie dal Comune

Archivio notizie

Traffico, a Vinci il 15 maggio quattro manifestazioni: modifiche alla viabilità 

Interessate diverse vie, l'assessore Vittorio Vignozzi: “Una stagione ricca di eventi”.

Vinci, 11 maggio 2022 - Domenica 15 maggio a Vinci sono previste quattro manifestazioni, che comporteranno alcune modifiche alla viabilità. E' infatti in programma la gara podistica “Sulle vie Leonardiane”: per questo motivo verranno istituiti divieti di sosta con rimozione forzata e divieti di transito in via del Castello e piazza Guido Masi dalle ore 6 alle 18 del 15 maggio

Archivio notizie

Vinci, missione istituzionale ad Amboise nel segno di Leonardo

 

Le due città sono gemellate: prosegue il progetto dell'Associazione internazionale “Le vie di Leonardo”. Consegnata la moneta d'oro della città di Vinci al comune francese

 

Amboise, 7 maggio 2022- Missione istituzionale del Comune di Vinci, rappresentato dal vicesindaco con delega alla cultura e alla cooperazione internazionale Sara Iallorenzi e dall'assessore all'associazionismo Chiara Ciattini, a Amboise, la città francese gemellata con Vinci nel nome di Leonardo. 

Se infatti il Genio è nato in Toscana, Amboise è il luogo dove si è spento nel 1519. I due comuni fanno parte dell'Associazione internazionale “Le Vie di Leonardo”: questo è il secondo incontro tra i soci fondatori (oltre ai due Comuni figurano il Comune di Vipava in Slovenia, Philosophy Culture Art and Science Association di Istanbul) dopo quello del novembre 2021, a pochi mesi dalla sua costituzione (il 27 maggio 2021). L'associazione, che vede come partner anche la Città metropolitana di Firenze, ha come presidente il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia e un comitato direttivo.

Archivio notizie

Vinci, l'8 maggio modifiche alla circolazione per il 37/o rally della Valdinievole e Montalbano

Temporanei divieto di sosta con rimozione forzata e divieto di transito in via del Castello e piazza Guido Masi dalle ore 11 alle 16.30

Vinci, 3 maggio 2022 - L'8 maggio è in programma il 37/o rally della Valdinievole e Montalbano che transiterà anche da Vinci. Per questo motivo sono previste alcune modifiche alla viabilità: l'ordinanza comunale prevede l'istituzione temporanea del divieto di sosta con rimozione forzata e divieto di transito in via del Castello e piazza Guido Masi dalle ore 11 alle ore 16.30 dell'8 maggio.

Eventi

Archivio eventi

Avviso annullamento ricevimento del Sindaco del 6/05

Si informa la cittadinanza che venerdi  06/05/2022 il Sindaco non effettuerà il ricevimento pomeridiano.

*********

Per appuntamenti:

Segreteria del Sindaco - 0571933215/211  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

**********

Archivio eventi

Progetto centri estivi 2022 – Avviso per la costituzione di albo annuale di organizzatori e gestori di centri estivi

AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ALBO ANNUALE DI SOGGETTI ORGANIZZATORI E GESTORI DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I IN ETÁ DI SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA DA ISCRIVERE NEL PROGRAMMA VINCI ESTATE 2022 

Archivio eventi

Difficoltà di approvvigionamento materie prime per la mensa scolastica

Come comunicato dalla Ditta Cir Food, concessionaria della mensa scolastica del Comune di Vinci, la crisi generata dall’attuale guerra in Ucraina sta determinando incertezza nell’approvvigionamento delle materie prime con particolare riferimento ai prodotti freschi e freschissimi, nonché una inevitabile situazione emergenziale da un punto di vista logistico, sia internazionale che nazionale, come testimoniato anche dai principali organi di stampa.

 

I fornitori dei prodotti alimentari necessari alla preparazione del menù, così come attualmente somministrato, hanno comunicato che le consegne potranno subire ritardi e che le stesse potrebbero essere non perfettamente aderenti agli ordini ricevuti.

 

In considerazione di quanto sopra riportato, si comunica pertanto che potrebbe essere necessario in futuro apportare alcune modifiche al menù, a seconda dei prodotti disponibili e riapprovvigionabili.

 

Certi della comprensione dell’utenza interessata dalle possibili modifiche, si coglie l’occasione per ribadire che sarà sempre garantito il pieno rispetto della salute e della sicurezza alimentare.

 

Archivio eventi

DOMANDE ON LINE PER I SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI

Le domande per accedere ai servizi comunali complementari alla scuola (refezione, trasporto, entrata anticipata (pre-scuola)) potranno essere presentate dal 4 aprile al 31 maggio 2022 e dovranno essere presentate esclusivamente on-line

 

Link utili

Torna all'inizio del contenuto