CONVIVENZA DI FATTO

La convivenza di fatto è un istituto che riguarda sia coppie dello stesso sesso che di sesso diverso, composte da persone maggiorenni, di cittadinanza sia italiana che straniera, residenti in Italia:

  • unite stabilmente da legami affettivi e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile (i cittadini stranieri devono dimostrare l'assenza di tali vincoli);
  • coabitanti ed aventi dimora abituale (residenza) nello stesso comune.

La convivenza di fatto si istituisce sulla base di una dichiarazione resa da due persone maggiorenni, di stato libero, coabitanti nella stessa abitazione, all’Ufficiale d’Anagrafe del Comune di residenza.

La dichiarazione dell’istituzione della convivenza di fatto dovrà essere registrata negli archivi anagrafici entro due giorni e nei 45 giorni successivi alla dichiarazione, potranno essere effettuati degli accertamenti al fine di verificare la sussistenza dei requisiti previsti dalle norme.

La dichiarazione di convivenza di fatto può essere presentata sia contestualmente alla dichiarazione di residenza o anche in un momento successivo.

L’Ufficio Anagrafe può rilasciare in ogni momento un certificato da cui risulta l’esistenza della convivenza di fatto.

 

Cessazione della convivenza di fatto

La convivenza di fatto può estinguersi per:

  1. matrimonio/Unione civile tra i conviventi o con altre persone;
  2. decesso del convivente;
  3. cessazione della coabitazione dichiarata dalle parti o accertata d’ufficio;
  4. cessazione del legame affettivo a seguito di dichiarazione di uno o di entrambi i conviventi, pur continuando a sussistere la coabitazione (il venir meno della convivenza di fatto non fa necessariamente cessare la coabitazione anagrafica, i due soggetti, pur non riconoscendosi più conviventi di fatto vincolati da legame affettivo e di reciproca assistenza morale e materiale, potranno continuare a costituire una famiglia anagrafica).

La convivenza di fatto non cessa se i conviventi trasferiscono la propria residenza anagrafica ad altro indirizzo o in altro Comune, sempreché si costituisca un unico stato di famiglia nella medesima abitazione

 

 

CONTRATTO DI CONVIVENZA

I conviventi di fatto possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune con la sottoscrizione di un contratto di convivenza. Il contratto, le sue modifiche e la sua risoluzione sono redatti in forma scritta, a pena di nullità, con atto pubblico o scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato che ne attestano la conformità alle norme imperative e all’ordine pubblico.

Copia dell’accordo dovrà essere trasmesso all’ufficio anagrafe ai fini dell’opponibilità ai terzi.

Il contratto di convivenza non può costituire la prova che due persone sono conviventi di fatto e quindi non può essere utilizzato per regolarizzare la posizione anagrafica. È la convivenza di fatto il presupposto per la sottoscrizione di un eventuale contratto e non viceversa.

Poiché la presenza di un contratto di convivenza non è idonea a definire la posizione dei due soggetti della coppia come conviventi di fatto ai sensi della L.76/2016, nel caso in cui uno dei due sia cittadino comunitario non iscritto in anagrafe, il suddetto contratto non sostituisce la documentazione prevista dal D.Lgs. n.30/2007 per la sua iscrizione anagrafica, in qualità di convivente del cittadino italiano.

Pertanto, nel caso di cittadini stranieri o comunitari, questi prima dovranno provvedere all'iscrizione in anagrafe, producendo la documentazione prevista dalla legge (permesso di soggiorno o la documenta prevista dal D.Lgs. n.30/2007), dichiarando di essere coabitanti e di voler costituire una convivenza di fatto (e quindi dovranno dichiarare anche lo stato libero e di non aver rapporti di parentela). Dopo potranno sottoscrivere il contratto di convivenza che dovrà essere registrato in anagrafe.

Risoluzione del contratto di  convivenza

Il contratto di convivenza si risolve per:

  1. accordo delle parti;
  2. recesso unilaterale;
  3. matrimonio o unione civile tra i conviventi o tra un convivente ed altra persona;
  4. morte di uno dei contraenti.

La risoluzione per accordo delle parti o per recesso unilaterale deve essere redatta nelle forme dell’ atto pubblico o con firma autenticata da notaio o avvocato, e comunicato all’ufficio anagrafe.

Notizie dal Comune

Archivio notizie

Vinci, nuova "donazione" di olio al nido


 
Olive raccolte dagli alberi di proprietà comunale. Il sindaco Torchia e l'assessore Frese: “Iniziativa che ci riempie di orgoglio”

Vinci, 29 novembre 2022. L’olio del Comune torna sulla tavola del nido. Continua a Vinci la raccolta delle olive degli alberi di proprietà comunale, il cui risultato finale è un ottimo olio per i bambini da 0 a 3 anni. Il frantoio Conio 18 ha gratuitamente provveduto alla raccolta delle olive e alla produzione di un olio di ottima qualità: un regalo per i più piccoli, che potranno gustare uno dei prodotti tipici del territorio. Si tratta della seconda raccolta dopo quella terminata l’11 novembre dall’agriturismo Il Piastrino.

Alla consegna dell’olio raccolto dal frantoio Conio 18 erano presenti il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia, l'assessore allo Sviluppo economico Paolo Frese e il titolare dell'azienda, Domenico Fazio.
E' la seconda tappa di una iniziativa che ci riempie di orgoglio e ci rende davvero felici – hanno dichiarato il sindaco Torchia e l'assessore Frese -. Siamo sicuri che i bambini apprezzeranno questo regalo, simbolo di tutto ciò che di bello c'è nel nostro territorio”.

Archivio notizie

Vinci, una nuova panchina rossa contro la violenza sulle donne

Inaugurata oggi in via Giovanni XXIII. La vicesindaca Iallorenzi: “Sopra ci sono scritti numeri di telefono dei centri anti violenza”

Archivio notizie

Vinci, il Comune consegna ai bambini le borracce donate da Acqua spa

Il progetto 'Acqua buona' risguarda 120 bambini a Vinci e proseguirà negli altri Comuni dell'Empolese-Valdelsa

Eventi

Archivio eventi

Eventi Dicembre 2022

GLI EVENTI DI DICEMBRE, NEL COMUNE DI VINCI

 

Sabato 3 dicembre, ore 16.30

Sala della Chiesa di Santa Mari a Petroio, Via Petroio 74, Vinci

Solstizio d'inverno. La festa della luce

Racconto della fiaba La Signora Holle nella versione dei Fratelli Grimm, canti invernali e realizzazione di una corona di Natale

Per bambini da 4 anni in su. Attività gratuita.

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 333 6104480


Sabato 3 dicembre, ore 21.30

Teatro di Vinci

Amore a tempo di musica

Commedia musicale di Silvia Nanni, regia di Claudio Benvenuti, laboratorio di musical del CFCM, band del CFCM

Ingresso a offerta libera

Info: cfcm@libero.it - 348 2737140 - www.cfcmsovigliana.it


Domenica 11 dicembre, ore 15.30

Museo Leonardiano

La domenica leonardiana. Un addobbo geniale

Attività didattiche sul Natale per bambini da 6 a 11 anni

€ 5,00 a partecipante

Info e prenotazioni: 0571 933285 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Giovedì 15, ore 17.30

Biblioteca dei Ragazzi, Sovigliana

Storie per tutti i sensi. Soffice come la neve

Attività didattica gratuita per bambini da 0 a 36 mesi

Info e prenotazioni: 0571 902292 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

Archivio eventi

Contributo per gli immobili privati danneggiati dagli eventi meteo del Novembre 2019

Si comunica che con l'adozione dell'OCDPC 932 del 13/10/2022 (pubblicazione in G.U. del 22/10) prende il via la procedura lettera E per gli immobili privati danneggiati dagli eventi meteo del Novembre 2019.
Si tratta del contributo di ripristino che fa seguito al primo contributo di immediato sostegno e che rimborsa fino all'80% dei danni all'immobile nel caso di prima casa, o fino al 50% nel caso di seconda casa.
Considerato che la suddetta ordinanza fissa il termine per la presentazione delle domande al 40esimo giorno dalla pubblicazione della stessa in G.U., i cittadini che hanno già inoltrato entro i termini previsti la Domanda Mod.B1, dovranno produrre la nuova domanda completa di allegati entro e non oltre il 1 dicembre p.v.

Archivio eventi

Avviso di consultaz. pubblica ex art. 5, c. 2 del D. lgs. 175/16 con oggetto la deliberazione di approvazione dell’operazione MultiUtility per la creazione di una holding di servizi della Toscana ed operazioni conseguenti – Ulteriore rett. Allegati

A seguito di comunicazione ricevuta in data odierna per Pec (prot. n. 26827) da Alia Sevizi Ambientali Spa, si rende necessario sostituire alcuni documenti allegati allo schema di deliberazione, pubblicato con avviso del 11 ottobre 2022, e avente oggetto “SERVIZI PUBBLICI LOCALI - deliberazione di approvazione dell’operazione MultiUtility per la creazione di una holding di servizi della Toscana. Approvazione modifiche statutarie in Alia Servizi Ambientali S.p.A. (“Alia”) ed operazioni conseguenti.”

Gli allegati che si intendono sostituiti sono:

All 6 - Statuto MultiUtility - Per Fusione e prima della Quotazione

All 17b - Analisi partecipazioni valore nominale

 

I soggetti interessati (cittadini, imprese, associazioni, società civile, etc.), possono far pervenire le osservazioni e proposte rispetto alla deliberazione in consultazione

 entro tro le ore 18,00 del giorno 17 OTTOBRE 2022 tramite PEC all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e posta elettronica all’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

con oggetto: “Osservazioni alla proposta di deliberazione del Consiglio Comunale di approvazione dell’OPERAZIONE MULTYUTILITY E OPERAZIONI CONSEGUENTI”

 

 

Archivio eventi

Avviso di consultazione pubbl. ai sensi dell’art. 5, comma 2 del D. lgs. 175/16 con oggetto la deliberazione di approvazione dell’operazione MultiUtility per la creazione di una holding di servizi della Toscana ed operazioni conseguenti – Rettif. allegati

A seguito di comunicazione ricevuta in data odierna per Pec (prot. n. 26601) da Alia Sevizi Ambientali Spa, si rende necessario sostituire alcuni documenti allegati allo schema di deliberazione, pubblicato con avviso del 4 ottobre 2022, e avente oggetto “SERVIZI PUBBLICI LOCALI - deliberazione di approvazione dell’operazione MultiUtility per la creazione di una holding di servizi della Toscana. Approvazione modifiche statutarie in Alia Servizi Ambientali S.p.A. (“Alia”) ed operazioni conseguenti.”

Gli allegati che si intendono sostituiti sono (aprire il link per consultarli):
All 6 - Statuto MultiUtility - Per Fusione e prima della Quotazione
All 17a - Analisi partecipazioni valore economico
All 17b - Analisi partecipazioni valore nominale

I soggetti interessati (cittadini, imprese, associazioni, società civile, etc.), possono far pervenire le osservazioni e proposte rispetto alla deliberazione in consultazione entro le ore 18,00 del giorno 17 OTTOBRE 2022 tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e posta elettronica all’email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
con oggetto:
“Osservazioni alla proposta di deliberazione del Consiglio Comunale di approvazione dell’OPERAZIONE MULTYUTILITY E OPERAZIONI CONSEGUENTI”

Link utili

Torna all'inizio del contenuto