Nei Comuni dell’Unione Empolese Valdelsa dal 16 dicembre 2019 è possibile fare domanda per l'assegnazione di alloggi pubblici

Importanti novità per quanto concerne i requisiti di accesso e per i punteggi della graduatoria



Si aprirà il prossimo lunedì 16 dicembre il bando di concorso per l’assegnazione delle case popolari nei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa. Fino al 14 febbraio 2020 sarà possibile fare domanda per l'assegnazione in locazione semplice di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, che si renderanno disponibili nei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa dove si ha la residenza o dove si svolge la propria attività lavorativa.


Rispetto ai bandi di concorso pubblicati in passato, quest’ultimo si caratterizza per alcune significative novità introdotte dalla nuova legge regionale che disciplina l'edilizia residenziale pubblica. I Comuni dell’Empolese Valdelsa invitano quindi gli aspiranti partecipanti al concorso a porre attenzione ai nuovi requisiti di accesso e al nuovo elenco di situazioni che danno diritto ad un punteggio consultando il bando con la massima attenzione. L’ultimo bando risaliva al dicembre 2015.


"Dopo 4 anni torniamo a pubblicare il bando per costituire la graduatoria di chi ha diritto ad avere una casa popolare nei nostri 11 Comuni. L'edilizia residenziale pubblica - spiega Brenda Barnini, sindaco di Empoli delegato alle politiche sociali - è solo una delle risposte che diamo sul nostro territorio a chi ha bisogno di casa. Forniamo un importante sostegno al reddito per pagare l'affitto, abbiamo ad Empoli, l'unico Comune ad alta tensione abitativa, un accordo con sindacati inquilini e proprietari per l'affitto calmierato e poi abbiamo la risposta dell'emergenza abitativa per le situazioni più gravi e urgenti. L'accesso ad un alloggio Erp può rappresentare un'opportunità per uscire proprio dalla condizione di emergenza abitativa o una risposta concreta a persone anziane con pensione minima che non riescono a trovare risposte sul mercato. Massimo impegno nei prossimi anni lo metteremo nel rendere disponibili velocemente gli alloggi che rimangono vuoti e per realizzarne di nuovi soprattutto a Empoli dove i numeri della graduatoria sono solitamente molto più grandi. Invito pertanto tutti coloro che hanno i requisiti per farlo a partecipare al bando".


"Si ricorda che, trattandosi di un bando generale, la graduatoria precedente viene azzerata, dunque chi già faceva parte della graduatoria ERP deve ripresentare nuovamente la domanda. Cercheremo, come sempre - sottolinea il presidente dell’Unione Alessio Falorni, sindaco di Castelfiorentino - di essere scrupolosi nei controlli sui documenti presentati. Siamo davvero contenti di poter rimettere a disposizione dei nostri cittadini questa opportunità su questa materia così importante che l’Unione gestisce per noi. Ringrazio a nome dei colleghi il sindaco Barnini per il lavoro svolto".


Requisiti
Possono partecipare i residenti dei rispettivi Comuni dell’Unione Empolese Valdelsa o i cittadini che svolgono attività lavorativa in uno dei Comuni dell’Unione. Serve la cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea, (tuttavia possono partecipare anche i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno C.E di lunga durata o titolari di permesso di soggiorno almeno biennale in corso di validità e regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, assenza di condanne penali e l’indicatore della situazione economica equivalente Isee deve risultare non superiore alla soglia di 16.500 euro.


Tra gli altri requisiti riportati nel bando: assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, a una distanza pari o inferiore a 50 chilometri dal comune in cui è stata presentata la domanda di assegnazione; assenza di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili o quote di essi ubicati su tutto il territorio italiano o all’estero.


Il valore patrimoniale mobiliare non deve essere superiore a 25mila euro, non si devono possedere natanti o imbarcazioni a motore o a vela, autoveicoli immatricolati negli ultimi 5 anni aventi potenza superiore a 80 Kw. Inoltre, il patrimonio complessivo, mobiliare e immobiliare, non deve superare i 40mila euro. Eventuali altri requisiti per la partecipazione sono elencati nel bando di concorso.


Modulistica, termini e modalità di presentazione
Le domande di partecipazione al concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dall’Unione dei Comuni. Il bando, i moduli di domanda e tutta la documentazione necessaria possono essere ritirati i presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico o altro ufficio incaricato – del proprio comune di residenza nell’orario di apertura al pubblico. La documentazione sarà scaricabile dal 16 dicembre 2019 anche dal sito www.empolese-valdelsa.it e da quelli dei singoli Comuni. Le domande possono:


- essere presentate presso l’ufficio protocollo del Comune di residenza o l’ufficio protocollo dell’Unione dei Comuni (piazza della Vittoria 54 – Empoli)

- essere spedite per PEC all’indirizzo dell’Unione dei Comuni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- essere spedite a mezzo raccomandata postale a/r con nome, cognome ed indirizzo del mittente, entro il 14 febbraio 2020. Per le domande spedite a mezzo raccomandata farà fede il timbro dell’ufficio postale.


Formazione e validità della graduatoria
In caso di più richiedenti in possesso del medesimo punteggio, la priorità è data a quelli con la situazione economica meno favorevole, in caso di parità anche nelle relative situazioni economiche, la priorità è stabilità in base alla data di nascita, dal più anziano al più giovane, procedendo a successivo sorteggio in caso di ulteriore parità. La graduatoria ha validità a decorrere dal giorno successivo alla sua pubblicazione all’albo pretorio dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa e conserva la sua efficacia fino al successivo aggiornamento.

Notizie dal Comune

Vinci, dal 30 maggio aperte le iscrizioni per i centri estivi 

Previsti progetti per tre fasce di età: bambini dai 4 ai 6 anni, dai 7 agli 11 anni e ragazzi da 11 a 14 anni

Vinci, 27 maggio 2022 - Dal 30 maggio fino al 21 giugno saranno aperte le iscrizioni ai centri estivi “Vinci Estate 2022”, col filo conduttore di mantenere i legami in una dimensione reale e concreta dopo il periodo del Covid. La società cooperativa Eskimo ha presentato due progetti: “Storie di pace”, per le bambine e i bambini da 4 a 6 anni, e “Viva la pace” per le bambine e i bambini da 7 a 11 anni. Le iscrizioni per i centri estivi organizzati dalla cooperativa Eskimo potranno essere effettuate esclusivamente on line: tutte le informazioni si trovano sul sito  www.eskimocoop.it.

Vinci, il 1° giugno un dibattito tra studenti e ragazzi di San Patrignano 

L'iniziativa (ingresso su prenotazione), alle ore 18 al Teatro di Vinci, rientra nel progetto “#Usa la Testa” contro alcol e droghe

Vinci, 26 maggio 2022 - Gli studenti di Vinci a confronto con i ragazzi di San Patrignano nell'ambito del progetto formativo “#Usa la Testa” per la prevenzione e il contrasto allo spaccio e al consumo di alcol e sostanze stupefacenti, iniziativa promossa dall’amministrazione comunale vinciana e dall’istituto comprensivo Vinci e finanziata dal Ministero dell’Interno. L'appuntamento è in programma il 1° giugno, alle 18, al Teatro di Vinci: un incontro aperto alla cittadinanza e condotto dalla giornalista Angela Iantosca. Durante l'evento sarà presentato “#Chiaroscuro-Un reportage sulla fatica di crescere” prodotto da Otb Foundation e Comunità di San Patrignano: previsto anche un intervento della classe seconda del corso ad indirizzo musicale della scuola secondaria dell'istituto comprensivo di Vinci. 

EVENTI GIUGNO

 Eventi di Giugno 

 

Cultura, a Vinci una mostra per dare spazio ai volti e alle storie cittadine

Inaugurazione il 28 maggio alla Casa Natale di Leonardo, progetto in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano

 

Vinci, 24 maggio 2022 - Raccontare una terra e i suoi abitanti per immagini e parole, muovendosi tra i sassi e le vigne, scrutando tetti e finestre, interrogando i gesti e gli sguardi. È il senso racchiuso in “Volti da Vinci - La terra natale di Leonardo si racconta” la mostra che verrà inaugurata sabato 28 maggio, a partire dalle 18, nella Casa Natale di Leonardo Da Vinci. L’evento è patrocinato dal Comune di Vinci, in collaborazione con MUD

 

Eventi

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZO DI MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO ANNO 2022 RISERVATO ALLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO “B”

 

La manifestazione d'interesse ad essere invitato alla procedura di cui trattasi deve pervenire al Comune di Vinci entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 26.05.2022 tramite apposita comunicazione  pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Avviso annullamento ricevimento del Sindaco del 6/05

Si informa la cittadinanza che venerdi  06/05/2022 il Sindaco non effettuerà il ricevimento pomeridiano.

*********

Per appuntamenti:

Segreteria del Sindaco - 0571933215/211  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

**********

Progetto centri estivi 2022 – Avviso per la costituzione di albo annuale di organizzatori e gestori di centri estivi

AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ALBO ANNUALE DI SOGGETTI ORGANIZZATORI E GESTORI DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I IN ETÁ DI SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA DA ISCRIVERE NEL PROGRAMMA VINCI ESTATE 2022 

Difficoltà di approvvigionamento materie prime per la mensa scolastica

Come comunicato dalla Ditta Cir Food, concessionaria della mensa scolastica del Comune di Vinci, la crisi generata dall’attuale guerra in Ucraina sta determinando incertezza nell’approvvigionamento delle materie prime con particolare riferimento ai prodotti freschi e freschissimi, nonché una inevitabile situazione emergenziale da un punto di vista logistico, sia internazionale che nazionale, come testimoniato anche dai principali organi di stampa.

 

I fornitori dei prodotti alimentari necessari alla preparazione del menù, così come attualmente somministrato, hanno comunicato che le consegne potranno subire ritardi e che le stesse potrebbero essere non perfettamente aderenti agli ordini ricevuti.

 

In considerazione di quanto sopra riportato, si comunica pertanto che potrebbe essere necessario in futuro apportare alcune modifiche al menù, a seconda dei prodotti disponibili e riapprovvigionabili.

 

Certi della comprensione dell’utenza interessata dalle possibili modifiche, si coglie l’occasione per ribadire che sarà sempre garantito il pieno rispetto della salute e della sicurezza alimentare.

 

Link utili

Torna all'inizio del contenuto